<div style='position:absolute;margin-left:492px;margin-top:264px;width:364px; height:608px;z-index:256'><OBJECT classid="clsid:D27CDB6E-AE6D-11cf-96B8-444553540000" codebase="http://download.macromedia.com/pub/shockwave/cabs/flash/swflash.cab#version=6,0,0,0" WIDTH=492 HEIGHT=440> <PARAM NAME=movie VALUE="download/flash.swf"> <PARAM NAME=menu VALUE=false> <PARAM NAME=quality VALUE=high> <PARAM NAME=wmode VALUE=opaque> <PARAM NAME=scale VALUE=noscale> <EMBED src=flash.swf menu=false quality=high wmode=opaque scale=noscale WIDTH=492 HEIGHT=440 TYPE="application/x-shockwave-flash" PLUGINSPAGE="http://www.macromedia.com/shockwave/download/index.cgi?P1_Prod_Version=ShockwaveFlash"> </EMBED> </OBJECT> </div>

torna indietro


Clicca per ascoltare o scaricare l'intervento di Don Angelo Maria Fanucci:





      Bibloteca Sperelliana - Gubbio - 13 dicembre 2011



Don Angelo Maria Fanucci

Nato a Scheggia nel 1938, fu incapsulato da quando aveva 10 anni nel Colletto Romano, candido coronamento prima della tetra divisa nera dell'Almo Seminario Vescovile di Gubbio ( a Scheggia non c'erano le scuole medie), poi della svolazzante veste talare.

 Dopo Gubbio (scuola media e ginnasio), ha studiato per due anni nel Pontificio Seminario Regionale di Assisi (1953 - 55) e per sei anni (1955 - 61) al Laterano nel Seminario Romano Maggiore, dove era obbligatorio darsi del "lei" fra compagni di classe...
Una volta prete, ha insegnato nei seminari di Gubbio e Assisi, ma soprattutto ha dovuto affrontare un compito al quale era assolutamente impreparato: coniugare fede e laicità sul plafond del primato del vivere con sul vivere per, e lo ha fatto, in modi diversi, prima nel Movimento Studenti Eugubino, poi sulla cattedra di Letteratura Italiana e Latina nel liceo statale "Mazzatinti", poi (e gratuitamente) sulla cattedra universitaria di Teologia II nella LUMSA.

 Ma lo ha fatto soprattutto (a Fabriano, a S. Girolamo, a Padule, a S. Marco, in pienezza di fallimenti e di risultati, con la Comunità di Capodarco dell'Umbria (già Centro LAVORO Cultura, già Comunità di S. Girolamo) condividendo con dei disabili, prima prevalentemente fisici, poi prevalentemente psichici, non tanto il cuore, quanto il cesso.
Rettore di S. Maria al Corso, Assistente dell'Azione Cattolica e Responsabile della Pastorale delle Cultura, ha fondato con un gruppo di amici IL GIBBO, Associazione di volontariato informatico, che si ispira al primato della Bibbia (così come viene approcciato e praticato a Fonte Avellana) e al primato dei poveri così come viene praticato nella comunità di Capodarco.


CONTATORE

<