HOME

CHI SIAMO

LECTIO DIVINA

INIZIATIVE

LINKS

NEWS/VARIE

<span style='position:absolute;z-index:278; left:350px;top:196px;width:604px;height:64px'> <span style='position:absolute;z-index:-225; left:300px;top:-60px;'> <p class=MsoNormal style='text-align:center;text-align:center'><a href="http://www.ilgibbo.it/commenti.php"> <span lang=it style='font-size:10.0pt;line-height:100%;font-family:Georgia; text-decoration:none;color:red'>LEGGI COMMENTI / </a><a href="http://www.ilgibbo.it/index_file/page439.htm"><span style='text-decoration:none;color:green'> LASCIA UN COMMENTO</a></span></p> </span></span></span>



Per i particolari delle iniziative

tenutesi nel 2010/2011/2012 clicca

QUI


Gli incontri sul tema:

LAICI E CREDENTI PER UN MONDO NUOVO

non si sono tenuti più a Santa Maria al Corso a far tempo dal mese di Dicembre 2010.

Per conoscerne le ragioni guarda il video più sotto.

S p i n g i    l a    v i t a

Cari amici de IL GIBBO,
vi sollecito in ordine a quella attività di scambio di idee e di approfondimenti, su base informatica, che abbiamo progettato. Vi prego tutti, indistintamente, di non tirarvi indietro: bonum est diffusivum sui, dicevano gli Scolastici, il bene per natura sua tende a diffondersi, vuole essere partecipato; altrimenti non è il bene, ma qualcos'altro.
E tutti noi di bene, dentro, ne abbiamo tanto: comunichiamolo agli altri, nella certezza che gli altri, anche se non accedono a condivider le nostre opinioni, ci prendono sempre e comunque e totalmente sul serio. Intervenite dunque, dite la vostra sul nostro sito.
Ma non vogliamo limitarci agli approfondimenti di principio, che pure rimangono di importanza assolutamente fondamentale.
Vogliamo dare una mano, discretamente, a delle iniziative a beneficio degli emarginati. Iniziative che possibilmente abbiano un profilo umano alto. Il più alto che sia possibile.
Perché esiste il pericolo di una "solidarietà di risulta", grazie alla quale un di noi, una volta all'anno, preferibilmente sotto Natale, si sgrulla sbadigliando la saccoccia, vede che qualche scudo c'è rimasto, e fa l'elemosina sbadigliando …



Colui che spinge la carrozzina è mio figlio Franco. Fiorentino di Montemurlo. "Figlio": adottivo, ovviamente, nonostante la somiglianza … eccessvia che i malvagi ci vedono, fra me e lui.
Era il 1974. Era rimasto solo, Franco, ci hanno chiesto di accoglierlo in comunità, il giudice del Tribunale per i Minori di Perugia Giorgio Battistacci mi ha suggerito di adottarlo, poi s'è messo in contatto con il suo omologo di Firenze, Gian Paolo Meucci, il grande amico di don Milani, e … cosa fatta capo ha.
Un giorno forse vi racconterò la mia storia con Franco.
Il giorno della foto Pino disse a Franco: "Ma si può sapere perché mai tu devi startene sempre in carrozzina e io sempre a spingere?" Detto fatto. Ha preso Franco per le ascelle e lo ha messo in piedi, attaccato alle manopole della carrozzina. Ad onta della sue gambe stortignaccole e dei suoi piedi malfermi.
Eccola, la funzione degli emarginati: SPINGERE LA VITA! Altro che piatire un'elemosina!!
**************************************************************************************************************************************


No, così non va. Noi siamo un'associazione di volontariato CULTURALE. Quello che più di ogni altra cosa ci sta a cuore, anche nell'impegnarci con e per gli altri, è la coltivazione della nostra umanità.

Non siamo una congrega di praticoni. Dio ci salvi dai praticoni! Nel mondo ce ne sono anche troppi, di praticoni, e anche nella Chiesa: gente che durante le assemblee dorme quando si parla di "temi teorici", ed entra irresistibilmente in azione quando si comincia pronunciare il verbo "fare": adrenalina pura per la sua povera umanità.

Nel nostro progetto culturale hanno un posto di rilievo i poveri di oggi, che non sono più i miserabili di Victor Hugo, ma sono soprattutto gli emarginati, quelli che la vita moderna, magari usando i guanti gialli, spinge inesorabilmente ai margini. Gli emarginati sono uno dei due punti di riferimento della nostra riflessione. Ma cos'è, questa mia affermazione? Uno sfizio da intellettuale di provincia?
Per rispondere bisogna prima aver risposto ad un'altra domanda: chi sono gli emarginati, nella loro identità profonda? Quale ruolo spetta a loro, di diritto, in una società centrata sulla persona? Posso dirvi qual'è la convinzione alla quale credo di essere arrivato io.

Guardate la foto a sinistra

Il giovane uomo che, seduto in carrozzina, vi guarda diritto in faccia, provocatoriamente, è Pino, un siciliano DOC che, dopo aver vissuto le esperienze più diverse, dall'imbiancatura della Stazione Ferroviaria di Francoforte alla gestione di un ristorante sui generis a Ouadagoudou, nell'Alto Volta subsahariano, è stato qualche anno nella mia comunità.

Furbo e protervo come un boss di Cosa Nostra.

Innocente come un bimbo appena battezzato.

E' morto una decina di anni fa, con il passaporto pieno zeppo di bolli di tutti gli Stati del mondo e con appena 5 (cinque) globuli bianchi nel sangue.


Il video spiega le ragioni per le quali gli incontri non si terranno più a Santa Maria

*****************F I L M A T O****************************


























****************************************************************************

Il consueto INCONTRO autunnale A FONTE AVELLANA si terrà il 28 ottobre 2012.

La nostra riflessione sarà sulla frase di Paolo VI " La politica è la più alta ed esigente forma di carità".
La relazione sarà tenuta dal priore di Fonte Avellana: DOM GIANNI GIACOMELLI




L'incontro è stato molto interessante e partecipato.

     Clicca con il TASTO DESTRO QUI per salvare il file sul tuo PC o con il TASTO SINISTRO per ascoltarlo direttamente (in quest'ultimo caso è necessario attendere qualche decina di secondi).


Per scaricare i testi basi .
clicca
IL CONCILIO EUCUMENICO VATICANO II

CONTATORE